Inizio navigazione principale

Fine navigazione principale


Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Decesso del Presidente del Kosovo Ibrahim Rugova

Berna, 21.01.2006 - La Svizzera prende atto con grande tristezza del decesso del Presidente del Kosovo Ibrahim Rugova. La Confederazione esprime le sue più sentite condoglianze alle autorità e alla popolazione del Kosovo. Eletto il 4 marzo 2002 alla Presidenza del Kosovo, Ibrahim Rugova rimarrà una grande figura nella storia dei Balcani occidentali. Quale filosofo, scrittore, responsabile politico e naturalmente quale uomo di Stato, Ibrahim Rugova ha saputo incarnare le aspirazioni del popolo kosovaro esercitando nel contempo un'azione moderatrice in un contesto regionale marcato dai postumi di eventi storici drammatici. È stato infatti lui a contribuire in gran parte alla realizzazione delle condizioni che hanno permesso l'apertura, sotto l'egida delle Nazioni Unite, dei negoziati sul futuro statuto del Kosovo. La Svizzera spera che la prematura scomparsa di Ibrahim Rugova non ostacoli un processo cruciale per la stabilità di tutta la regione.

Il Kosovo è un Paese molto segnato dalla tormentata storia dei Balcani. Attualmente tale Paese è un'entità amministrata da una Missione interimaria delle Nazioni Unite, con la presenza di truppe internazionali per il mantenimento della pace alle quali partecipa anche la Svizzera con il contingente di Swisscoy di stanza a Suva Reka.

Tra il nostro Paese e il Kosovo vi sono numerosi e stretti legami. Oltre 200 000 persone di origine kosovara vivono attualmente in Svizzera, ossia quasi un Kosovaro su dieci, per la maggior parte da parecchi anni. In questo contesto il nostro Paese non può rimanere indifferente all'evoluzione del Kosovo e della regione dei Balcani occidentali. L'imminente apertura di negoziati per la definizione di uno statuto durevole del Kosovo, sotto l'egida dell'inviato speciale dell'ONU nonché ex presidente finlandese Martti Ahthisaari, rappresenta un notevole passo in avanti alla preparazione del quale Ibrahim Rugova ha apportato un prezioso contributo.

Il Capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), la Consigliera federale Micheline Calmy-Rey, ha incontrato Ibrahim Rugova alla fine del luglio 2005 durante una visita ufficiale di lavoro nel Kosovo. Quest'ultimo si era dimostrato un interlocutore dotato di finezza politica e di grande autorità morale. In tale occasione Micheline Calmy-Rey ha assicurato al Presidente del Kosovo la continuazione dell'impegno del nostro Paese nella regione e gli ha illustrato la posizione svizzera favorevole a una forma di indipendenza formale al termine di un processo negoziale sotto l'egida della comunità internazionale.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Servizio stampa e informazione
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47 / 48

Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
Internet: http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html
Ricerca a testo integrale



http://www.bsv.admin.ch/aktuell/medien/00120/index.html?lang=it