Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Prestazioni complementari - Comunicati stampa


25.06.2014   
Il Consiglio federale ha adottato le prime decisioni di fondo per una riforma delle prestazioni complementari (PC). Questa dovrà mantenere il livello delle prestazioni delle PC, ridurre gli effetti soglia e migliorare l’impiego dei mezzi propri ai fini della previdenza per la vecchiaia. Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell’interno DFI di elaborare entro l’autunno un avamprogetto da porre in consultazione.

13.02.2014   
La storia della sicurezza sociale svizzera è ricca di sfaccettature. Un nuovo sito realizzato dalle università di Basilea e Ginevra e dalla Confederazione fornisce un’ampia panoramica sull’argomento.

12.02.2014   
Il Consiglio federale ha posto in consultazione un progetto di modifica della legge federale sulle prestazioni complementari all’AVS/AI in cui propone di innalzare gli importi massimi per la pigione presi in considerazione nel calcolo delle prestazioni complementari (PC), dando così seguito a una mozione del Parlamento. Oltre all'innalzamento degli importi massimi per la pigione, il Consiglio federale propone di distinguere tra la pigione dei grandi centri urbani, dei centri urbani e delle zone rurali e di tenere conto del bisogno delle famiglie di un maggiore spazio abitativo.

18.12.2013   
Il Consiglio federale ha designato Ludwig Gärtner direttore supplente dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali, funzione che eserciterà dal 1° gennaio 2014, accanto a quella di responsabile dell’ambito Famiglia, generazioni e società.

02.12.2013   
Il consigliere federale Alain Berset, capo del Dipartimento federale dell'interno DFI, ha incontrato lunedì a Berna il ministro del lavoro e della socialità del Kosovo, Nenad Rašić. Il colloquio ha permesso di fare il punto sulle condizioni necessarie per l'elaborazione di una convenzione di sicurezza sociale tra la Svizzera e il Kosovo.

20.11.2013   
Il Consiglio federale ha approvato l'avamprogetto sulla riforma della previdenza per la vecchiaia, che sottopone ora per parere a Cantoni, associazioni e partiti. La riforma provvede affinché il livello delle prestazioni della previdenza per la vecchiaia sia mantenuto, il finanziamento del 1° e del 2° pilastro sia garantito a lungo termine e le prestazioni dell'AVS e della previdenza professionale rispondano alle nuove esigenze, in particolare in materia di flessibilità per il passaggio dall'attività professionale al pensionamento. Con una serie di misure globali ed equilibrate, la riforma rinnova ampiamente la previdenza per la vecchiaia, ponendo al centro gli interessi degli assicurati.

16.09.2013   
La Confederazione intende semplificare la ricerca in rete di informazioni sulla libera circolazione delle persone. A tal fine, da lunedì è accessibile al pubblico un portale Internet all’indirizzo www.libera-circolazione.admin.ch. Il portale contiene una raccolta di link che permettono di accedere ai siti Internet dei dipartimenti, degli uffici, delle direzioni e delle segreterie di stato della Confederazione interessati dalla materia.

21.11.2012   
Il Consiglio federale ha definito le linee guida di una previdenza per la vecchiaia adeguata al futuro, ponendo così le basi per l’ampia riforma «Previdenza per la vecchiaia 2020». L’Esecutivo persegue un approccio globale considerando le prestazioni del 1° e del 2° pilastro nel loro insieme e coordinandole tra loro. La riforma è incentrata sui bisogni degli assicurati, che devono avere la sicurezza che la loro rendita non diminuisca e sia finanziata sul lungo termine. Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell’interno DFI di elaborare in base alle linee guida e di sottoporgli entro la prossima estate i parametri della riforma «Previdenza per la vecchiaia 2020».

21.09.2012   
Il Consiglio federale ha deciso di adeguare a partire dal 1° gennaio 2013 le rendite AVS e AI e l’importo delle prestazioni complementari destinato alla copertura del fabbiso-gno vitale all’attuale evoluzione dei prezzi e dei salari (indice misto). Di conseguenza saranno aggiornati anche gli importi limite della previdenza professionale, tra cui la deduzione di coordinamento.

14.09.2012   
Il sistema delle assicurazioni sociali adempie l’obiettivo di garantire la sicurezza materiale e l’integrazione della gran maggioranza della popolazione. Nonostante la sua complessità, finora ha dato prova di flessibilità. Il contesto sociale ed economico si è sì sviluppato, ma non al punto d’imporre il cambiamento di rotta previsto da certe proposte di riforma. Queste sono le conclusioni di un rapporto del Consiglio federale, redatto su richiesta del Parlamento, che ha analizzato la copertura sociale del reddito delle persone in età attiva.



Fine zona contenuto

Ricerca a testo integrale



http://www.bsv.admin.ch/dokumentation/medieninformationen/01427/index.html?lang=it