Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore

Ricerca a testo integrale



Comunicati stampa fino al 2005

Ritornare alla pagina precedente

Comunicato stampa 17 maggio 2004

Percentuale di rendite AI del Cantone di Basilea-Città: Confederazione, ufficio AI e Cantone praticano nuove vie

Una verifica da parte dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) delle decisioni di rendite prese dall'ufficio AI di Basilea-Città ha mostrato che la prassi dell'ufficio AI potrebbe essere ottimizzata in diversi settori. Il Cantone di Basilea-Città e l'UFAS, entrambi responsabili per legge della vigilanza sull'AI, e l'ufficio AI di Basilea-Città si sono accordati sul modo di ottimizzare l'esecuzione dell'AI. Oggi è chiaro che la percentuale di rendite AI del Cantone di Basilea-Città è da ricondurre, da un lato, a fattori che esulano dal campo d'influenza dell'AI e, dall'altro, alla prassi esecutiva.

Nel gennaio del 2003, l'8,8% degli abitanti del Cantone di Basilea-Città di età compresa tra i 18 e i 62/64 anni (donne/uomini) beneficiava di una rendita AI. Questo valore cantonale è da molto tempo oggetto di discussioni tra gli specialisti e negli ambienti politici.

Oggi è possibile asserire che questa elevata percentuale di rendite

  • è in gran parte riconducibile a fattori che esulano dal campo d'influenza dell'AI (piramide delle età della popolazione, contesto cittadino, capillarità dell'assistenza medica e altro);
  • è parzialmente dovuta alla prassi esecutiva.

Per meglio comprendere la dinamica vigente nel Cantone di Basilea-Città in merito all'esecuzione dell'AI, l'UFAS ha verificato nel corso di tre mesi tutte le rendite assegnate dall'ufficio AI di Basilea-Città prima dell'emanazione della decisione formale. Ne è scaturita la necessità di procedere ad un'ottimizzazione soprattutto nei seguenti settori:

  • in generale, i casi complessi sono analizzati in modo esauriente da parte dell'ufficio AI. I casi in cui l'assegnazione di una rendita è presunta chiara dovranno essere verificati in modo più approfondito;
  • i provvedimenti già intrapresi per adeguare le analisi mediche realizzate internamente agli uffici AI e assicurare la qualità vanno mantenuti;
  • è necessario pretendere dagli assicurati di adempiere all'obbligo esistente di ridurre il danno e di estenderlo ulteriormente;
  • l'AI non applica il principio secondo cui "si fornisce una prestazione in caso di dubbio". Non solo quindi le rendite respinte, ma anche quelle accolte devono essere motivate in modo esaustivo.
Accordo sull'ottimizzazione dell'esecuzione 

La legge suddivide la responsabilità della vigilanza sull'operato degli uffici AI: il Cantone decide sulle questioni legate al personale e all'organizzazione, mentre l'UFAS esercita la vigilanza materiale. Questa suddivisione dei compiti rende difficile ovviare in modo efficace ad eventuali carenze.

Il Cantone di Basilea-Città, l'ufficio AI di Basilea-Città e l'UFAS hanno raggiunto un accordo per una nuova forma di collaborazione su scala nazionale: l'UFAS analizzerà insieme all'ufficio AI le procedure di accertamento e decisionali interne e sottoporrà all'ufficio AI e al Cantone raccomandazioni concrete per l'ottimizzazione dell'esecuzione. Nel 2005 l'UFAS verificherà l'attuazione dei provvedimenti e la loro efficacia.

Confederazione e Cantone intendono in questo modo realizzare una vigilanza durevole. L'obiettivo strategico è di ridurre la percentuale delle nuove rendite così da avvicinare il Cantone di Basilea-Città alla media Svizzera, evidentemente sempre nel rispetto delle disposizioni di legge. La Confederazione ed il Cantone concordano tuttavia sull'esistenza di fattori che, esulando dal campo d'influenza dell'AI, non rendono possibile un abbassamento della percentuale di rendite fino alla media svizzera.

Il servizio medico regionale dei Cantoni di Basilea-Città e Basilea-Campagna entrerà in funzione, sotto la direzione dell'ufficio AI del Cantone di Basilea-Campagna, al più tardi il 1° gennaio 2005. I nuovi servizi medici regionali introdotti su tutto il territorio nazionale conformemente alla 4a revisione AI devono rafforzare le competenze mediche degli uffici AI e contribuire a rendere più uniforme la valutazione dell'incapacità al lavoro in seguito a malattia. Un contenimento più importante dell'aumento delle nuove rendite è atteso dalla 5a revisione AI, che il Consiglio federale vuole mettere in consultazione nell'autunno 2004.

Informazioni:

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Beatrice Breitenmoser, vicedirettrice
Responsabile dell'Ambito AI
tel. 031 322 91 32 

Dipartimento dell'economia e delle socialità del Cantone di Basilea-Città
Ralph Lewin, Consigliere di Stato
tel. 061 267 85 41

Ufficio AI di Basilea Città
Paul Meier, direttore
tel. 061 225 25 10

Ritornare alla pagina precedente

Ultimo aggiornamento: 14.12.2006

Fine zona contenuto



Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS)
Contatto | Basi legali
http://www.bsv.admin.ch/dokumentation/medieninformationen/archiv/index.html?lang=it