Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Banca dati delle decisioni Assegni familiari


da a

1 2 3 4 5 6 7 8 9 »
Risultati 1 - 10 von 84

  1. Decisione Tribunal cantonal Vaud del 19.12.2014 nella causa X._______ gegen Caisse Fédérale De Compensation (CFC)
    Suite à une action en constatation de filiation et en demande d’aliments, un salarié a été reconnu comme le père d’un enfant. La mère étant sans activité lucrative, le salarié a déposé une demande d’allocations familiales avec demande de paiement rétroactif à partir de la naissance. Le curateur de l’enfant a déposé une demande de versement à un tiers des allocations familiales auprès de la CAF de l’employeur du père. La CAF ayant accepté la demande, le père a fait opposition puis recours contre la décision de la CAF. Le Tribunal a considéré qu’au vu des difficultés financières du requérant et du fait que l’établissement de la filiation ne s’est pas fait sans encombre, il existe un risque que le recourant détourne les allocations familiales de leur but et ne les utilise pas pour l’entretien de son fils. Le versement à un tiers des allocations arriérées et futures doit être autorisé.
  2. Decisione Tribunale federale del 11.12.2014 nella causa X._______ gegen Familienausgleichskasse Basel-Stadt
    Giusta l'articolo 3 capoverso 1 lettera b LAFam, gli assegni di formazione sono versati dalla fine del mese in cui il figlio compie i 16 anni fino alla conclusione della formazione. Quest'ultima è considerata conclusa anche se è abbandonata o interrotta o se nasce il diritto a una rendita d'invalidità (art. 49ter cpv. 2 OAVS). Tuttavia, non sono considerati interruzioni usuali periodi senza lezioni e vacanze per una durata massima di quattro mesi, a condizione che la formazione sia proseguita immediatamente dopo (art. 49ter cpv. 3 lett. a OAVS). Inoltre, un figlio non è considerato in formazione se consegue un reddito da attività lucrativa mensile medio superiore all'importo massimo della rendita di vecchiaia completa dell'AVS (art. 49bis cpv. 3 OAVS). Un figlio che svolge uno stage di cinque mesi non rientra nella regolamentazione speciale di cui all'articolo 49ter capoverso 3 lettera a OAVS, in quanto la durata dello stage è superiore ai quattro mesi. Pertanto, secondo il N. 3367 c) delle DR i mesi dello stage vanno considerati separatamente. Poiché il reddito conseguito durante lo stage (3000 franchi mensili) è superiore all'importo massimo della rendita di vecchiaia completa dell'AVS, non vi è alcun diritto ad assegni di formazione per questo periodo.
  3. Decisione Tribunale federale del 11.12.2014 nella causa X._______ gegen Familienausgleichskasse Zug
    Il ricorrente vive in concubinato con la madre dei suoi due figli. I genitori hanno concluso una convenzione sull'autorità parentale congiunta. Il ricorrente ha chiesto il versamento retroattivo di assegni familiari per i suoi due figli. Tuttavia, nonostante ripetute richieste da parte della CAF, egli non le ha fatto pervenire nessuna convenzione in materia di autorità parentale. Pertanto, per l'accertamento del diritto agli assegni giusta l'articolo 7 capoverso 1 LAFam, la CAF ha presupposto che l'autorità parentale fosse esercitata unicamente dalla madre. Conformemente alla giurisprudenza del Tribunale federale, in caso di genitori non sposati non è discriminatorio presumere che l'autorità parentale sui figli nati prima del 1° luglio 2014 sia attribuita alla madre né chiedere prove dell'autorità parentale del padre. Pertanto, per i periodi in cui il ricorrente non era il primo avente diritto ai sensi dell'articolo 7 capoverso 1 LAFam (poiché la madre esercitava un'attività lucrativa), la CAF gli ha giustamente versato solo l'importo differenziale giusta l'articolo 7 capoverso 2 LAFam. Inoltre, la CAF non è tenuta ad esaminare dapprima se il primo avente diritto percepisca effettivamente gli assegni dovuti.
  4. Decisione Tribunale federale del 02.12.2014 nella causa Office fédéral des assurances sociales gegen X._______
    La LAFam vieta di percepire due volte assegni familiari per lo stesso figlio. Se più persone hanno diritto agli assegni familiari per lo stesso figlio, la LAFam prevede un ordine preciso per determinare chi è l'avente diritto prioritario. Se due persone aventi diritto a un assegno per il medesimo figlio lavorano in Cantoni diversi e le prestazioni concesse dal Cantone competente sono inferiori a quelle dell’altro Cantone, l’articolo 7 capoverso 2 LAFam prevede il versamento della differenza al secondo avente diritto. Il TF ha stabilito che una persona non può richiedere il versamento di importi differenziali giusto per il fatto che lavora per diversi datori di lavoro in più Cantoni. Poiché la legge è chiara e l'esame dei lavori preparatori non permette di dare una portata diversa all'articolo 7 capoverso 2 LAFam, non vi è motivo per applicare questo articolo ai casi di concorso di diritti della medesima persona. Dall'articolo 7 capoverso 2 LAFam non risulta alcuna disparità di trattamento. Infatti, il principio della parità di trattamento non richiede di trattare allo stesso modo due situazioni così diverse come lo svolgimento di più attività lucrative da parte della stessa persona e il concorso di diritti tra due persone.
  5. Decisione Tribunale federale del 29.10.2014 nella causa Caisse cantonale genevoise de compensation gegen X._______
    Le disposizioni della LAFam sono applicabili al supplemento per famiglie numerose versato a partire dal terzo figlio. Secondo la legislazione del Cantone di Ginevra, per la concessione di questo supplemento è determinante il numero di figli che danno diritto agli assegni familiari per una medesima persona. Nella fattispecie, una madre di tre figli iscritta alla disoccupazione non può esigere il versamento di assegni familiari in virtù dell'articolo 7 LAFam o del supplemento per i figli in applicazione della LADI. Non essendo la diretta beneficiaria degli assegni familiari, la donna non ha diritto al supplemento per famiglie numerose. Lo stesso vale per il padre del terzo figlio, che beneficia degli assegni familiari unicamente per quest'ultimo e non per i primi due figli, nati da una precedente unione. La LAFam non contiene disposizioni che regolino in modo speciale il versamento del supplemento per famiglie numerose in funzione della diversità dei vincoli di parentela. Su questo punto va lasciato un certo margine di manovra ai Cantoni. In mancanza di un fondamento giuridico di diritto cantonale o federale, i giudici cantonali non possono imporre alla CAF del padre del terzo figlio di versare alla madre un supplemento per famiglie numerose.
  6. Decisione Tribunale federale del 14.10.2014 nella causa X._______ gegen Caisse suisse de compensation
    Dal punto di vista delle assicurazioni sociali, l'aspetto essenziale dello statuto di affiliato risiede nel fatto che le spese nonché gli obblighi di mantenimento e d'educazione che incombono normalmente ai genitori naturali sono trasferiti concretamente ai genitori affilianti. L'articolo 49 capoverso 3 OAVS va interpretato nel senso che il diritto alla rendita complementare per affiliati concessa ai genitori affilianti si estingue solo nel momento in cui i genitori naturali si assumono di nuovo le spese e gli obblighi di mantenimento e d'educazione, a prescindere dal fatto che il figlio risieda presso uno dei suoi genitori o altrove. Nella fattispecie, un ragazzo è stato affidato ad una coppia nel periodo dell'adolescenza e pertanto è stata concessa una rendita complementare dell'AVS per affiliati. Il fatto che questo ragazzo sia successivamente ritornato in Lettonia ad abitare presso il padre naturale per proseguire gli studi non giustifica l'estinzione del diritto alla rendita, dato che i genitori affilianti hanno continuato a farsi carico di tutte le spese per il suo mantenimento. Nota bene: per gli assegni familiari la nozione di affiliato è identica a quella utilizzata nell'ambito AVS.
  7. Decisione Versicherungsgericht St. Gallen del 03.10.2014 nella causa X._______ gegen Familienausgleichskasse des Kantons St. Gallen
    Das Versicherungsgericht hatte vorliegend bezüglich des Anspruchs einer nichterwerbstätigen Person zu beurteilen, ob eine rechtskräftige Steuerveranlagung für die Familienausgleichskasse verbindlich ist, oder nicht. Es kommt zum Schluss, dass bei der Anspruchsprüfung die tatsächlichen wirtschaftlichen Verhältnisse massgebend seien. Die rechtskräftige Steuerveranlagung könne zwar bei der Anspruchsprüfung eine Grundlage für die korrekte Ermittlung des steuerbaren Einkommens bilden, die FAK müsse jedoch - bei ernsthaften Zweifeln an der Richtigkeit der Steuerveranlagung - eine eigenständige Beurteilung der wirtschaftlichen Verhältnisse vornehmen.
  8. Decisione Tribunale federale del 18.08.2014 nella causa X._______ gegen Caisse de compensation du canton du Valais
    La CAF ha rifiutato, a torto, di concedere gli assegni familiari a un uomo senza attività lucrativa perché la coniuge aveva diritto alle prestazioni complementari (PC) sotto forma di riduzione dei premi dell’assicurazione malattie e di rimborso delle spese di malattia. I sussidi ai premi dell’assicurazione malattie sono versati in virtù dell’articolo 65 LAMal e non rientrano nelle PC. Il rimborso delle spese di malattia e d’invalidità (art. 3 cpv. 1 lett. b LPC) è considerato una prestazione complementare in natura e dipende da elementi aleatori, quali il bisogno di un determinato trattamento e l’ammontare delle spese in un dato periodo. Legare il diritto agli assegni familiari a questo genere di elementi è incompatibile con la necessità di garantire, conformemente allo scopo di tali prestazioni, una certa continuità nel loro versamento. Di conseguenza, l’articolo 19 capoverso 2 LAFam nega il diritto agli assegni familiari soltanto ai beneficiari di prestazioni complementari annue (in contanti) ai sensi dell’articolo 3 capoverso 1 lettera a LPC.
  9. Decisione Versicherungsgericht St. Gallen del 06.08.2014 nella causa X._______ gegen SVA St. Gallen
    Les CAF sont tenues de notifier les décisions relatives aux allocations familiales directement aux salariés qui y ont droit. La notification à l’employeur n’est pas admissible. La mention selon laquelle l’employeur est prié de remettre le double de la décision à l’ayant droit directement concerné ne peut pas non plus remplacer la notification formelle. Si la décision n’est pas notifiée directement au salarié, il ne peut être reproché ensuite à ce dernier d’avoir manqué à son obligation de renseigner, étant donné qu’il n’avait pas connaissance de ladite obligation puisque la décision ne lui a pas été notifiée correctement. L’assuré n’ayant pas eu conscience qu’il touchait les prestations indûment, il convient de conclure à sa bonne foi, qui constitue une condition de remise au sens de l’art. 25, al. 1, LPGA. L’affaire est renvoyée à la CAF pour apprécier si l’autre condition de remise visée au même alinéa (situation difficile dans laquelle la restitution mettrait l’assuré) est également remplie.
  10. Decisione Tribunale federale del 29.07.2014 nella causa Caisse d'allocations familiales des administrations et institutions cantonales gegen X._______ und Y._______
    Tra l'agosto del 2010 e il luglio del 2011, una giovane donna ha seguito il programma Tremplin-Jeunes (stage, corso di aggiornamento e soggiorno linguistico) organizzato dall'Ufficio cantonale di Ginevra per l'orientamento scolastico e professionale e per la formazione professionale e continua. La giurisdizione cantonale ha condannato la CAF a versare l'assegno di formazione per tutta la durata del programma. Il TF ha accolto il ricorso inoltrato dalla CAF, concernente unicamente il periodo compreso tra il luglio e il dicembre 2010, per i seguenti motivi: - in virtù della giurisprudenza, gli articoli 49bis e 49ter OAVS non sono applicabili per esaminare l'eventuale diritto a un assegno di formazione per un periodo anteriore al 1° gennaio 2011, data della loro entrata in vigore; è opportuno fare riferimento alla giurisprudenza e alla prassi amministrativa precedente; - in mancanza di una relazione tra gli stage e l'apprendistato di giardiniera (= obiettivo professionale) seguito a partire dall'agosto del 2011, i primi non possono essere considerati come parte della formazione.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 »
Risultati 1 - 10 von 84


Ultimo aggiornamento: 21.02.2012

Fine zona contenuto

Ricerca a testo integrale



http://www.bsv.admin.ch/themen/zulagen/entscheide/suchergebnis/index.html?lang=it