Familiari assistenti

pflege1605

Alla luce dell’evoluzione demografica, la cura e l’assistenza fornita ai malati dai parenti assumeranno in futuro un ruolo sempre più importante. Il Consiglio federale vuole migliorare la situazione dei familiari assistenti.

Il lavoro dei familiari assistenti è molto importante per la società e costituisce una parte significativa delle cure prestate. Tuttavia, è difficile conciliare l’assistenza a malati con lo svolgimento di un’attività lucrativa.

  • Attualmente, circa due terzi delle imprese concedono ai loro dipendenti un congedo, in parte remunerato, in caso di assenze di breve durata per prestare cure a familiari o altre persone prossime.
  • Quando un figlio presenta gravi problemi di salute dovuti a malattia o infortunio, i genitori che esercitano un’attività lucrativa si ritrovano in una situazione molto difficile. Ad oggi, le uniche opzioni possibili sono chiedere un congedo non pagato, farsi mettere in malattia o interrompere l’attività lucrativa per un certo periodo di tempo. Questa situazione concerne ogni anno circa 4500 famiglie.
Nella votazione finale del 20 dicembre 2019, il Parlamento ha adottato la legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari. Questa nuova legge disciplina la continuazione del pagamento del salario in caso di assenze brevi dal lavoro e introduce un congedo di assistenza pagato di 14 settimane per i genitori di figli con gravi problemi di salute, da fruire entro 18 mesi. Inoltre prevede la concessione di accrediti per compiti assistenziali dell’AVS anche in caso di grande invalidità di grado lieve e per le cure prestate ai conviventi. Al contempo verranno adeguati il supplemento per cure intensive e l’assegno per grandi invalidi dell’AI per minorenni: in futuro il diritto a queste prestazioni sussisterà anche in caso di degenza ospedaliera di durata superiore a un mese civile, se la presenza dei genitori in ospedale è necessaria ed effettiva. Con il nuovo disciplinamento degli importi massimi riconosciuti per le spese di pigione nell'ambito delle PC si fa sì che le persone con problemi di salute che condividono l’alloggio con altre persone non debbano cambiare la propria situazione abitativa per motivi economici. Poiché contro la legge è stato lanciato il referendum, il cui termine e scaduto il 9 aprile 2020, il progetto potrebbe entrare in vigore al più presto all’inizio di gennaio del 2021.
 
 

Attualità

Ultima modifica 09.04.2020

Inizio pagina

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/politica-sociale/familienpolitik/vereinbarkeit/betreuende_angehoerige.html