Misure di prevenzione per le persone attratte sessualmente da minori

La consigliera nazionale Natalie Rickli e il consigliere agli Stati Daniel Jositsch hanno depositato i postulati 16.3637 e 16.3644 «Progetto di prevenzione Kein Täter werden» in Svizzera. I postulati chiedono al Consiglio federale di elaborare un rapporto sugli effetti che progetti di prevenzione come «Kein Täter werden» in Germania o «DIS NO» nella Svizzera romanda hanno su potenziali autori di reati pedosessuali. Se risulta che un’offerta preventiva del genere sarebbe in grado di impedire abusi sessuali su minori, il rapporto dovrà inoltre esporre come si potrebbe garantire una simile offerta in Svizzera e quale ruolo dovrebbe assumere la Confederazione.  

Rapporto del Consiglio federale

In adempimento dei postulati, il Consiglio federale ha adottato il rapporto «Misure di prevenzione per le persone attratte sessualmente da minori»:

Nel suo rapporto il Consiglio federale si è basato su uno studio condotto sotto la direzione della Scuola universitaria professionale di Lucerna su incarico dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali. Nello studio sono presentate misure di prevenzione per le persone attratte sessualmente da minori adottate in alcuni Paesi selezionati e viene elaborata una panoramica dell’offerta di servizi di consulenza e di terapie in Svizzera. Il rapporto riassume le conoscenze in merito agli effetti delle misure di prevenzione e affronta la questione se queste ultime siano in grado di impedire abusi sessuali su minori:

Servizi di consulenza e terapia

Sovente le persone attratte sessualmente da minori sono sottoposte a una notevole pressione psichica, anche se non hanno ceduto ai propri impulsi sessuali e non hanno commesso alcun reato. I problemi psichici e l’isolamento sociale aumentano però a loro volta il rischio che vengano compiuti atti sessuali su minori. È in questo contesto che si collocano le misure di prevenzione, rivolte alle persone con interessi sessuali nei confronti di minori che soffrono a causa della propria attrazione sessuale o che temono di violare in futuro l’integrità di minori.

Le misure di prevenzione si possono suddividere tra servizi di consulenza e terapie. I servizi di consulenza forniscono informazioni sul tema e offrono una consulenza anonima (online o per telefono). Se del caso, segnalano terapie specializzate alle persone interessate o mettono queste ultime in contatto con terapisti. Diverse inchieste hanno messo in evidenza gli effetti positivi delle misure di prevenzione: sembrerebbe che riducano la pressione psicologica e promuovano lo sviluppo di strategie efficaci per riuscire a superare meglio situazioni problematiche nella vita quotidiana con i minori.

In Svizzera esistano servizi di consulenza e vengano proposte terapie per le persone attratte sessualmente da minori.

Regione Offerta Istituzione / Organizzazione
Svizzera tedesca Informationi e possibilità Istituto forense della Svizzera orientale forio AG
    Cliniche psichiatriche universitarie, Basilea
Svizzera romanda

Informazioni e consulenza

Associazione DIS NO
  Informazioni e possibilità di terapia

«Consultation spécialisée de sexologie», HUG, Ginevra

    Consultation Claude Balier CHUV
Ticino Informazioni e consulenza Associazione io-NO!

Tuttavia, lo studio ha evidenziato lacune in particolare in Ticino e nella Svizzera tedesca. Inoltre, in tutta la Svizzera mancano terapisti che siano disposti a curare persone con interessi sessuali nei confronti di minori.

Il Consiglio federale ritiene importante colmare le lacune dell’offerta di misure di prevenzione in Svizzera e coordinare queste ultime tra loro. Già oggi la Confederazione versa aiuti finanziari al servizio di consulenza «DIS NO», nella Svizzera romanda. Il Consiglio federale è disposto ad ampliare questi aiuti finanziari sovvenzionando servizi di consulenza anche in altre regioni linguistiche e a promuovere il coordinamento delle misure di prevenzione a livello nazionale. 

Inoltre, in collaborazione con l’Istituto svizzero per il perfezionamento e l’aggiornamento professionale medico, le associazioni professionali competenti per il perfezionamento e l’aggiornamento degli psicologi nonché le società mediche andrà esaminato in che modo si possano inserire maggiormente i temi dell’inclinazione di tipo pedofilo, della stigmatizzazione delle persone interessate e della prevenzione di atti sessuali su minori nel perfezionamento e nell’aggiornamento degli specialisti del settore sanitario. Per contro, la predisposizione di terapie specializzate per le persone attratte sessualmente da minori è di competenza dei Cantoni, responsabili di garantire l’assistenza sanitaria.

 

Ultima modifica 11.09.2020

Inizio pagina

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/sozialpolitische-themen/kinder-und-jugendfragen/kinderschutz/praevention-paedosexuelle.html