Migliorare il sistema delle prestazioni complementari e mantenere il livello delle prestazioni

Berna, 16.09.2016 - La riforma delle prestazioni complementari (PC) si prefigge di ottimizzare il sistema delle PC ed eliminare gli incentivi indesiderati, mantenendo per principio invariato il livello delle prestazioni e preservando meglio il capitale di risparmio della previdenza professionale obbligatoria. Il Consiglio federale ha adottato il messaggio sulla riforma delle PC. Nel quadro della consultazione, i partecipanti si sono detti favorevoli agli obiettivi e all'indirizzo generale della revisione.

Di regola, le persone che dopo il pensionamento ricevono una rendita non ridotta dell'AVS e della previdenza professionale (LPP) non hanno bisogno delle PC, perlomeno fintanto che non vivono in un istituto. Le prestazioni del secondo pilastro dovrebbero pertanto essere riscosse il più possibile sotto forma di rendita. Per questa ragione, chi andrà in pensione non dovrà più poter prelevare il capitale della parte obbligatoria della previdenza professionale. Potrà invece continuare a prelevare gli averi della previdenza sovraobbligatoria. Attualmente, alla nascita del diritto a una rendita, le casse pensioni devono offrire agli assicurati che lo richiedono la possibilità di riscuotere almeno un quarto del loro avere LPP obbligatorio sotto forma di capitale.

Il Consiglio federale intende inoltre vietare anche il prelievo anticipato della parte obbligatoria in caso di avvio di un'attività lucrativa indipendente. Questo tipo di prelievi comporta infatti un elevato rischio di perdita del capitale di previdenza, per esempio in caso di fallimento dell'impresa costituita grazie a esso. Questa misura riduce il rischio che gli assicurati si ritrovino con una rendita esigua a causa del prelievo di capitale effettuato e debbano quindi fare ricorso alle PC.

Come già previsto nell'avamprogetto posto in consultazione dal Consiglio federale, il prelievo anticipato del capitale della previdenza professionale obbligatoria resterà possibile per l'acquisto di un'abitazione propria, dato che una casa o un appartamento continuano ad avere un valore ai fini della previdenza per la vecchiaia.

Maggior computo della sostanza nel calcolo delle PC

Le PC devono andare a beneficio mirato delle persone che senza questo sostegno non raggiungerebbero il minimo vitale. Per questo motivo il Consiglio federale vuole che la sostanza venga presa maggiormente in considerazione nel calcolo delle PC. A tal fine prevede di abbassare le franchigie applicate alla sostanza complessiva, portandole da 37 500 a 30 000 franchi per le persone sole e da 60 000 a 50 000 franchi per i coniugi. Resteranno invece immutate le franchigie sugli immobili ad uso proprio, che ammontano a 112 500 e a 300 000 franchi, se uno dei coniugi vive in un istituto o in un ospedale.

Riduzione degli effetti indesiderati nel calcolo delle PC

Con la riforma si vogliono ridurre determinati effetti soglia e incentivi indesiderati. Nella maggior parte dei Cantoni, le PC di importo esiguo vengono automaticamente aumentate a un valore minimo (importo minimo garantito), il che produce un effetto soglia indesiderato. Inoltre, a causa di questo meccanismo i beneficiari di rendita aventi diritto all'importo minimo garantito hanno un reddito disponibile più elevato rispetto agli altri beneficiari di PC. Con la riforma si vogliono attenuare entrambi questi effetti. Infine, anche il reddito dell’attività lucrativa del coniuge senza diritto alle PC, che è attualmente considerato solo per due terzi, verrà in futuro computato integralmente.

Computo del premio effettivo dell'assicurazione malattie

Attualmente ai beneficiari di PC è riconosciuto quale spesa un premio dell'assicurazione malattie corrispondente al premio medio cantonale o regionale. Il Consiglio federale vuole che in futuro i Cantoni abbiano la possibilità di tenere conto del premio effettivo, per evitare che una parte degli assicurati si veda riconoscere un importo troppo elevato per il premio dell'assicurazione malattie.

Miglioramento dell'attività esecutiva

Per garantire un'esecuzione uniforme delle PC a livello nazionale, verranno precisate diverse disposizioni di legge, tra cui quelle che riguardano i termini di attesa previsti per l'acquisizione del diritto alle PC da parte dei cittadini stranieri e le ripercussioni di lunghi soggiorni all'estero sul diritto alle PC.

Ripercussioni finanziarie della riforma delle PC

Le misure proposte comporteranno minori uscite per le PC per 303 milioni di franchi nel 2030 (Confederazione: 97 mio., Cantoni: 206 mio.). Inoltre i Cantoni risparmieranno 161 milioni di franchi sulle riduzioni dei premi dell'assicurazione malattie.

Il Consiglio federale prende atto dei risultati della consultazione

I partecipanti alla procedura di consultazione hanno approvato gli obiettivi e l'indirizzo generale della riforma. Una minoranza ritiene tuttavia che le proposte non siano sufficienti per garantire il finanziamento a lungo termine delle PC. La maggior parte delle misure dell'avamprogetto è stata ripresa invariata; l'unico adeguamento riguarda il computo del reddito dell'attività lucrativa nel calcolo delle PC.

Il problema del forte aumento delle spese per le persone che vivono in istituto non può essere affrontato con la riforma delle PC. Un progetto di riforma separato, che prevede l'aumento mirato degli importi massimi riconosciuti per le spese di pigione nel calcolo delle PC, è attualmente dibattuto in Parlamento. La commissione del Consiglio nazionale incaricata dell'esame preliminare aveva sospeso quest'ultima revisione di legge in attesa del messaggio sulla riforma delle PC.


Indirizzo cui rivolgere domande

Colette Nova
Vicedirettrice e capo dell'Ambito AVS, previdenza professionale e PC
Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS
Tel. 058 462 90 70
colette.nova@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/pubblicazioni-e-servizi/medieninformationen/nsb-anzeigeseite-unter-aktuell.msg-id-63769.html