Organizzazioni familiari

L’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) è competente per il credito «Organizzazioni familiari», che viene approvato ogni anno dal Parlamento e attualmente ammonta a quasi 2 milioni di franchi. Con questo credito, la Confederazione può sostenere mediante aiuti finanziari organizzazioni che operano in favore delle famiglie. Gli aiuti finanziari possono essere concessi esclusivamente a organizzazioni familiari attive sull’intero territorio nazionale o su tutto il territorio di una regione linguistica.

Attuali beneficiari

Nel 2020 cinque organizzazioni familiari ricevono aiuti finanziari.

I contratti con queste organizzazioni familiari saranno prorogati fino alla fine del 2021.

Nuova base legale

La Confederazione concede aiuti finanziari alle organizzazioni familiari dal 1949. Finora essi sono stati concessi direttamente in virtù della Costituzione federale. Nel quadro della revisione della legge sugli assegni familiari (LAFam) è stata creata una base legale per la concessione di aiuti finanziari a organizzazioni familiari. Il 27 settembre 2019 le Camere federali hanno approvato la modifica della LAFam.

Il 19 giugno 2020 il Consiglio federale ha fissato l’entrata in vigore delle nuove disposizioni di legge e della nuova ordinanza sugli aiuti finanziari a organizzazioni familiari (OAOrg) al 1° agosto 2020.

Il comunicato stampa del 19 giugno 2020 nonché le nuove disposizioni di ordinanza e il relativo commento sono disponibili all’indirizzo seguente:

Periodo contrattuale 2022-2025

Gli aiuti finanziari a organizzazioni familiari per il prossimo periodo contrattuale verranno concessi in virtù delle nuove basi giuridiche. Il prossimo periodo contrattuale durerà dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025.

Nell’agosto del 2020 l’UFAS informerà tramite il suo sito Internet sul momento a partire dal quale le organizzazioni familiari interessate potranno presentare le domande di aiuti finanziari per il periodo contrattuale 2022–2025. Al contempo, metterà a disposizione il modulo da impiegare a tal fine.

 

Ultima modifica 19.06.2020

Inizio pagina