Convenzione sui diritti del fanciullo: rapporto concernente ulteriori misure per l’attuazione

Berna, 19.12.2018 - Nella sua seduta del 19 dicembre 2018 il Consiglio federale ha adottato un rapporto volto a migliorare l’attuazione della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo in Svizzera, dando seguito alle raccomandazioni formulate nel 2015 dal competente Comitato ONU. Il Consiglio federale intende tra l’altro verificare se attualmente in tutti i Cantoni i minori vengano separati dagli adulti nell’ambito dell’esecuzione delle pene.

Il Consiglio federale ha deciso 11 misure per colmare lacune nell’attuazione della Convenzione sui diritti del fanciullo. Una di esse riguarda l’esecuzione delle pene. La Convenzione chiede che i minori siano separati dagli adulti in regime di privazione della libertà. Poiché nel 1997 questo requisito non era ancora soddisfatto, alla ratifica della convenzione la Svizzera ha formulato una riserva in merito. Il Consiglio federale intende ora verificare se nel frattempo tutti i Cantoni abbiano fatto il necessario per soddisfare il requisito posto dalla Convenzione, in modo da poter ritirare la riserva.

Le altre misure riguardano la protezione dei minori dalla violenza, i minori collocati in contesti di custodia alternativa, i minori con un genitore detenuto, i minori con disturbi dello spettro autistico e la sensibilizzazione delle figure professionali che lavorano con i minori.

Esame della situazione e rapporti periodici sui progressi compiuti

Ogni cinque anni, la Svizzera federale deve presentare un rapporto sull’attuazione della Convenzione nel Paese all’attenzione del Comitato ONU per i diritti del fanciullo. Nel quadro di una procedura di valutazione su vasta scala, quest’ultimo analizza gli sforzi compiuti in tal senso e formula raccomandazioni su come uno Stato debba colmare le lacune ancora esistenti. Le ultime raccomandazioni rivolte dal Comitato alla Svizzera (40 in tutto) risalgono al 2015.

Circa la metà di queste raccomandazioni sarà già stata attuata o sarà in fase di attuazione entro il 2020. Ad esse vanno ad aggiungersi le misure presentate dal Consiglio federale nel rapporto appena adottato.

Nel prossimo rapporto periodico, previsto per il 2020, la Svizzera prenderà posizione sulle raccomandazioni del Comitato dell’ONU e illustrerà come intende colmare le lacune ancora esistenti nell’attuazione della Convenzione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ludwig Gärtner, vicedirettore
Capo dell’Ambito Famiglia, generazioni e società
Ufficio federale delle assicurazioni sociali
+41 58 462 90 76
ludwig.gaertner@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/pubblicazioni-e-servizi/medieninformationen/nsb-anzeigeseite-unter-aktuell.msg-id-73468.html