Rapporto sulla politica familiare

Il 20 marzo 2013 il consigliere nazionale Tornare ha depositato il postulato (13.3135) Politica familiare, con cui invitava il Consiglio federale, dopo il rifiuto dell’articolo costituzionale sulla politica familiare da parte dei Cantoni nella votazione popolare del 3 marzo 2013, a presentare un rapporto sulla politica familiare.

Con il rapporto «Politique familiale. Etat des lieux et possibilités d’action de la Confédération» del 20 maggio 2015 il Consiglio federale ha adempiuto questo postulato.

Nel rapporto le sfide della politica familiare a livello federale e le possibilità di azione della Confederazione nel quadro delle competenze attribuitele dalla Costituzione sono illustrate nei quattro ambiti d’intervento seguenti:

  • rafforzamento economico delle famiglie e lotta contro la povertà delle famiglie;
  • promozione della conciliabilità tra famiglia e lavoro;
  • adeguamento del diritto di famiglia e del diritto successorio agli odierni modi di vita;
  • promozione delle famiglie in generale.

Parere e misure del Consiglio federale

Sulla base del rapporto «Politique familiale. Etat des lieux et possibilités d’action de la Confédération», di uno studio di fattibilità e di un rapporto complementare sulla presa in considerazione dei costi cagionati dai figli nell’ambito dell’imposizione della famiglia, il Consiglio federale ha svolto un’analisi del bisogno d’intervento in materia di politica familiare. Esso ha deciso di concentrarsi su misure atte a promuovere la conciliabilità tra famiglia e lavoro : i genitori che lavorano devono spendere meno per la custodia dei figli da parte di terzi e l’offerta di custodia va maggiormente adeguata ai loro bisogni. Per raggiungere questi due obiettivi il Consiglio federale prevede l’introduzione di incentivi mediante la concessione di due nuovi tipi di aiuti finanziari. Il 29 giugno 2016 ha approvato e trasmesso al Parlamento il relativo messaggio.

Presa in considerazione dei costi cagionati dai figli nell’ambito dell’imposizione della famiglia: studio di fattibilità del Dipartimento federale delle finanze

Nello studio di fattibilità che valuta la possibilità del passaggio dal principio dell’imposizione fiscale secondo la capacità economica soggettiva a quello dell’imposizione fiscale secondo la capacità economica oggettiva nell’ambito delle spese per i figli e in un rapporto complementare a questo studio, il Consiglio federale ha esaminato la possibilità di sopprimere le agevolazioni fiscali per i figli e di sostituirle con altre forme di sostegno alle famiglie (assegno per i figli esente da imposte e crediti d’imposta). Esso è del parere che un tale cambiamento di sistema non sarebbe la soluzione adeguata.

Ultima modifica 20.01.2017

Inizio pagina