Protezione dei minori in materia di film e videogiochi

Per proteggere meglio i minorenni dai contenuti mediali inadeguati, in occasione della sua seduta dell'11 settembre 2020 il Consiglio federale ha adottato il messaggio e il disegno della nuova legge federale sulla protezione dei minori nei settori dei film e dei videogiochi. In futuro, l’indicazione dell’età minima e i controlli dell’età per film e videogiochi saranno così disciplinati uniformemente a livello svizzero.

La nuova legge federale ha lo scopo di proteggere i minori dai contenuti mediali di film e videogiochi che potrebbero nuocere al loro sviluppo fisico, mentale, psichico, morale o sociale, in particolare da rappresentazioni di violenza, sesso e scene minacciose. Tutti i cinema, i venditori al dettaglio (anche online) e i servizi a richiesta in Svizzera saranno tenuti a indicare l’età minima necessaria e a svolgere controlli dell’età. L’obbligo varrà anche per i fornitori di servizi di piattaforma per video e videogiochi (p. es. YouTube, Twitch). 

 
Der vorliegende Entwurf regelt den Schutz von Minderjährigen vor Medieninhal-ten in Filmen und Videospielen, die ihre körperliche, geistige, psychische, sittliche oder soziale Entwicklung gefährden können, namentlich Darstellungen von Gewalt und Sexualität und bedrohlichen Szenen.  
 

Attualità

Il Consiglio nazionale vuole rafforzare la protezione dei minori nei settori dei film e dei videogiochi. Nella sua seduta del 9 giugno 2021 ha discusso il progetto di legge corrispondente e lo ha adottato nella votazione generale con 112 voti contro 74 e 4 astensioni. Come prossima tappa, l’oggetto in questione passerà alla Commissione del Consiglio degli Stati per un esame preliminare.

Ultima modifica 10.06.2021

Inizio pagina