Implicazioni del telelavoro/lavoro da casa per la sicurezza sociale in un contesto internazionale: proroga del regime speciale fino alla fine di giugno 2023

A causa delle restrizioni legate al coronavirus, l'applicazione flessibile delle norme dell’UE sull’assoggettamento in materia di sicurezza sociale ai sensi dell'Accordo sulla libera circolazione delle persone e della Convenzione EFTA è stata applicata fino al 30 giugno 2022.

Poiché il telelavoro si è nel frattempo diffuso in tutta Europa, il coordinamento dei sistemi nazionali di sicurezza sociale dovrà tenere conto anche in futuro di questo fenomeno.

Il 14 giugno 2022 i membri della Commissione amministrativa dell'UE per il coordinamento dei sistemi nazionali di sicurezza sociale avevano deciso di prolungare questa applicazione flessibile delle regole di assoggettamento per una fase transitoria fino al 31 dicembre 2022. Questa scadenza è stata nuovamente prorogata a metà novembre fino al 30 giugno 2023. L'applicazione flessibile delle regole di assoggettamento è estesa in modo corrispondente anche all'ALC e alla Convenzione AELS e quindi si applica anche alla Svizzera.

Una persona (ad esempio un lavoratore frontaliero che lavora da casa) rimane soggetta alla legislazione svizzera in materia di sicurezza sociale, anche se svolge la sua attività sotto forma di telelavoro nel suo Stato di residenza. Secondo questa prassi, la competenza in materia di sicurezza sociale rimane quindi invariata, indipendentemente dalla misura in cui l’attività viene svolta nello Stato di residenza (UE/EFTA).

In linea di principio, il certificato A1 non è necessario in queste situazioni.

Anche dopo la scadenza del regime speciale, il 30 giugno 2023, è possibile che le regole di assoggettamento vengano adeguate o interpretate in modo tale che un livello di telelavoro superiore al 25% possa essere svolto nello Stato di residenza senza modificare la competenza della sicurezza sociale. Una possibile attuazione concreta sarà discussa nei prossimi mesi a livello europeo e tra la Svizzera e gli Stati limitrofi. Ulteriori informazioni saranno pubblicate a tempo debito su questo sito web.

Questa comunicazione riguarda solo l'assicurazione sociale, non il diritto fiscale.

Ultima modifica 29.11.2022

Inizio pagina

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/assicurazioni-sociali/int/basi-e-convenzioni/telearbeit.html