Il 1° pilastro si digitalizza

L’Ufficio federale delle assicurazioni sociali promuove la digitalizzazione del 1° pilastro e degli assegni familiari mediante diversi progetti, nei quali l’Ufficio centrale di compensazione svolge un ruolo essenziale.

La digitalizzazione dell’economia e della società è inarrestabile e sempre più rapida. Per le amministrazioni pubbliche, e quindi anche per le assicurazioni sociali, una strategia di trasformazione e innovazione digitale (TID) è pertanto indispensabile.

Nella sua strategia di digitalizzazione del 1° pilastro e degli assegni familiari l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) applica il principio «digital first», dando quindi la priorità ai canali digitali. L’Ufficio centrale di compensazione garantisce l’attuazione dei progetti di digitalizzazione in stretta collaborazione con gli organi esecutivi. Tutti i servizi digitali soddisfano i requisiti previsti a livello nazionale in materia di sicurezza dell’informazione e di protezione dei dati.

Panoramica, finanziamento e cronologia

In futuro tutti i servizi digitali saranno riuniti in un unico portale, la «piattaforma elettronica delle assicurazioni sociali (E-SOP)».

Tramite un’identità digitale si potrà accedere a tutti i servizi digitali sviluppati nel quadro dei progetti di digitalizzazione, indipendentemente dall’organo esecutivo interessato.

esop-dProjekt E-Sozialversicherungsplattform (E-SOP)Projekt E-Sozialversicherungsplattform (E-SOP)
MOSAR riunione de conti individuali
Digitalizzazione delle IPT (EO-D)
Implementazione del modello di governance TID (DIGOMO)
Strategia dei dati 1° pilastro/AFam
Basi giuridiche
Implementazione API 1° pilastro/AFam
Basi tecniche

Roadmap / Masterplan

Roadmap / Masterplan dei progetti di digitalizzazione
© UFAS-SD-TID

Finanziamento dei progetti di digitalizzazione

Le modifiche di legge della riforma Modernizzazione della vigilanza, approvata dal Parlamento, comportano l’attribuzione di nuovi compiti all’UFAS, tra i quali la garanzia del finanziamento dei sistemi d’informazione comuni del 1° pilastro e degli assegni familiari da parte dei fFondi di compensazione dal 1° gennaio 2024 (mentre tutti gli investimenti effettuati finora sono stati finanziati con il budget informatico dell’UFAS). Il Tale finanziamento da parte dei fondi di compensazione si baserà sulla strategia TID dell’UFAS (art. 95 cpv. 3 lett. a D-LAVS) e includerà non soltanto lo sviluppo ma anche la gestione di sistemi d’informazione utilizzabili a livello nazionale. La strategia TID sfrutta le sinergie e semplifica i processi, riducendo l’onere amministrativo degli organi esecutivi, che possono così realizzare risparmi.

Finanziamento dei progetti di digitalizzazione

Ultima modifica 04.06.2024

Inizio pagina