Registro degli assegni familiari

Il registro degli assegni familiari serve a impedire che siano versati più assegni per lo stesso figlio e allo stesso tempo a ridurre gli oneri amministrativi dovuti agli accertamenti del caso. Il registro è stato introdotto il 1° gennaio 2011.

L'accesso completo al registro è riservato agli organi esecutivi. Al pubblico sono invece accessibili su Internet (previa digitazione del numero AVS e della data di nascita del figlio interessato) soltanto le informazioni necessarie a verificare se e da quale servizio è versato un assegno familiare per un dato figlio:

Basi legali registro degli assegni familiari

Il registro degli assegni familiari (RAFam) si fonda sulle basi giuridiche seguenti: gli articoli 21a a 21e LAFam, gli articoli 18a a 18i OAFami e le Direttive sul registro degli assegni familiari (D-RAFam).

D-RAFam (PDF, 231 kB, 02.11.2016)(disponibile in francese e in tedesco)

Maggiori dettagli sono contenuti nella guida sull'organizzazione RAFam e in diverse schede informative. Questi documenti sono disponibili in tedesco e in francese.

A due anni dall’introduzione del RAFam, l’UFAS ha stilato un bilancio della sua attività.

Ultima modifica 10.01.2017

Inizio pagina