Osservazione degli assicurati da parte delle assicurazioni sociali

Observation_1610

Le assicurazioni sociali offrono sicurezza finanziaria ai beneficiari di prestazioni e permettono loro di condurre una vita dignitosa. Nella maggior parte dei casi è possibile accertare in colloqui e in base a documenti, ad esempio referti medici, se la persona in questione ha diritto a una determinata prestazione. In rari casi, tuttavia, ciò non è possibile ed è necessario ricorrere quale ultima risorsa alle cosiddette osservazioni segrete.

 
 
 
 

In passato hanno svolto osservazioni l’AI e l’assicurazione contro gli infortuni (AINF). Tra il 2010 e il 2016 l’AI ha svolto in media circa 2400 accertamenti all’anno per casi di sospetta riscossione indebita di prestazioni, 150 dei quali con osservazioni segrete. Nello stesso periodo la Suva ha trattato in media circa 400 casi sospetti all’anno e osservato in segreto circa una dozzina di persone. Per quel che riguarda l’AI le osservazioni segrete hanno potuto confermare i sospetti in circa la metà dei casi e per quanto concerne la Suva in circa due casi su tre.

Nell'ambito della revisione della legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA), il Parlamento ha approvato una nuova base legale per la sorveglianza degli assicurati per il rispetto di tutte le assicurazioni sociali federali. Contro questa modifica di legge è stato lanciato un referendum. La nuova base legale per la sorveglianza degli assicurati è stata accettata il 25 novembre 2018, con il 64,7% dei voti. L'entrata in vigore degli nuovi articoli della LPGA e dell'OPGA è prevista per il terzo trimestre del 2019.

Il Consiglio federale disciplina le esigenze relative agli specialisti incaricati dell’osservazione. Si prevede che gli specialisti necessiteranno di un’autorizzazione che può essere rilasciata su richiesta dall'UFAS. Maggiori informazioni sulla procedura di autorizzazione saranno presto disponibili. 

 
 
 
 
 

Ultima modifica 13.03.2019

Inizio pagina