Previdenza per la vecchiaia 2020 

Di che cosa si tratta?

Il sistema svizzero della previdenza per la vecchiaia è confrontato a sfide importanti, tra cui l’aumento della speranza di vita, l’invecchiamento della popolazione e il basso livello dei tassi d’interesse, che mettono a dura prova l’equilibrio finanziario dei primi due pilastri. Per far fronte a queste sfide e adeguarsi alle nuove realtà sociali, il sistema della previdenza per la vecchiaia necessita di una riforma.

Il 17 marzo 2017 il Parlamento ha condotto in porto la riforma Previdenza per la vecchiaia 2020, che prevede un pacchetto di misure per il 1° pilastro e per la parte obbligatoria del 2° pilastro. L’obiettivo è garantire l’equilibrio finanziario del sistema, mantenendo al contempo il livello delle rendite.

Il progetto nel dettaglio

A che punto è il progetto?

La riforma dovrebbe entrare in vigore già nel 2018. Questo permetterebbe di mantenere l’IVA al livello attuale e, quindi, di sgravare le imprese dagli ingenti costi dovuti al cambiamento delle aliquote. Affinché questo calendario possa essere rispettato, la votazione sulla riforma dovrà avere luogo al più tardi il 24 settembre 2017.

Cronologia delle tappe principali

Attualità

17.3.17: Votazione finale in Parlamento

Legge federale sulla riforma della previdenza per la vecchiaia 2020

Decreto federale sul finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’IVA

Votazione finale sulla Legge federale sulla riforma della previdenza per la vecchiaia 2020: Consiglio nazionale con 100 voti contro 93 e 4 astensioni; Consiglio degli Stati con 27 voti contro 18.

Votazione finale sul Decreto federale sul finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’IVA: Consiglio nazionale con 101 voti contro 92 e 4 astensioni / Consiglio degli Stati con 27 voti contro 18.

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/assicurazioni-sociali/ahv/riforme-e-revisioni/altersvorsorge2020.html