Stabilizzazione dell’AVS (AVS 21)

Il 25 settembre 2022 Popolo e Cantoni hanno accettato la riforma AVS 21, garantendo così il finanziamento dell’AVS fino al 2030.

Sono stati approvati sia la modifica della LAVS che il decreto federale sul finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto.I due progetti erano correlati.

Il finanziamento dell’AVS e il livello delle rendite sono dunque garantiti per i prossimi dieci anni. L’età di riferimento sarà dunque fissata a 65 anni tanto per gli uomini quanto per le donne, la riscossione della rendita sarà resa più flessibile e l’imposta sul valore aggiunto (IVA) verrà leggermente aumentata. La riforma entrerà in vigore presumibilmente il 1° gennaio 2024.
 

Domande e risposte

Calcoli individuali

Risultati

Stabilizzazione dell'AVS (AVS 21)

  • Sì: 50,55%
  • No: 49,45%

Finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’IVA

  • Sì: 55,07%
  • No : 44,93%

Stabilizzazione dell'AVS (AVS 21)

Finanziamento supplementare dell’AVS mediante l’aumento dell’IVA

Panoramica delle misure in questione

Documentazione

Spiegazioni del Consiglio federale - Votazione popolare del 25.09.2022

Schede informative

Prospettive finanziarie

Ultima modifica 20.10.2022

Inizio pagina