Indennità in caso di adozione di un bambino

Congedo di due settimane per i genitori che adottano un figlio

Il progetto di congedo di adozione pagato di due settimane, approvato dall’Assemblea federale il 1° ottobre 2021, è sottoposto a referendum facoltativo; il termine scadrà il 20 gennaio 2022. Se il termine sarà scaduto inutilizzato, il Consiglio federale potrà fissare la data di entrata in vigore.

Un congedo di due settimane sarà accordato alle persone esercitanti un’attività lucrativa che accolgono un bambino di età inferiore ai quattro anni allo scopo di adottarlo. Le condizioni per il diritto all’indennità di adozione sono le stesse di quelle previste per le indennità di maternità e di paternità: i richiedenti devono essere salariati o avere lo statuto di indipendenti alla data dell’accoglimento del bambino, essere stati assicurati all’AVS durante i nove mesi precedenti l’accoglimento del bambino e aver esercitato un’attività lucrativa per almeno cinque mesi durante questo periodo.

I genitori adottivi potranno scegliere chi dei due beneficerà del congedo oppure ripartirlo tra loro, ma non fruirne simultaneamente. Non sono previste indennità per i genitori che adottano il figlio del proprio coniuge o partner. 

Il congedo di 14 giorni, che sarà finanziato mediante le indennità di perdita di guadagno (IPG), dovrà essere preso entro un anno dall’accoglimento del bambino in vista dell’adozione, sotto forma di singoli giorni o settimane. Come previsto per le indennità di maternità e di paternità, l’indennità di adozione ammonterà all’80 per cento del reddito medio conseguito prima dell’inizio del diritto all’indennità, ma al massimo a 196 franchi al giorno.

Ultima modifica 21.10.2021

Inizio pagina

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/assicurazioni-sociali/eo-msv/reformen-und-revisionen/adoptionsentschaedigung.html