Iniziativa popolare «Vivere meglio la pensione» (Iniziativa per una 13esima mensilità AVS)

L'iniziativa «Vivere meglio la pensione» chiede che tutti i pensionati abbiano diritto a una 13esima rendita dell'AVS. È stata depositata dall’Unione sindacale svizzera nel maggio del 2021. ll Consiglio federale e il Parlamento raccomandano di respingere l’iniziativa. Non c'è alcun margine di manovra finanziario per il versamento di una 13esima rendita di vecchiaia dell’AVS.

L’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS) è il fondamento della previdenza per la vecchiaia svizzera. Attualmente, i beneficiari di una rendita AVS sono oltre 2,5 milioni. La rendita deve coprire il fabbisogno vitale dei beneficiari durante la vecchiaia. La maggior parte dei pensionati può contare su altre fonti di reddito, in particolare sulla rendita della cassa pensioni. Chi non è in grado di provvedere al proprio sostentamento, ha diritto alle prestazioni complementari (PC).

Che cosa chiede l’iniziativa

L’iniziativa chiede di aumentare la rendita di vecchiaia dell’AVS di una rendita mensile, in altre parole di aggiungere una tredicesima mensilità. La rendita di vecchiaia massima annua passerebbe a 31 850 franchi (+ 2450 fr.) per le singole persone e a 47 775 franchi per le coppie sposate (+ 3675 fr.). Inoltre, in base all’iniziativa, il versamento della tredicesima mensilità non dovrà comportare una riduzione delle prestazioni complementari. Nel caso della sua approvazione, al momento dell’introduzione i costi ammonterebbero presumibilmente a circa 4,1 miliardi di franchi, di cui 800 000 milioni a carico della Confederazione, per poi continuare ad aumentare rapidamente. L’iniziativa lascia aperta la questione del finanziamento. Grazie a diverse riforme, attualmente le prestazioni dell’AVS sono ben finanziate; tuttavia, dopo il 2030 si prevedono disavanzi, anche senza una tredicesima mensilità. Se quest’ultima venisse introdotta, l’AVS avrebbe bisogno di entrate supplementari o dovrebbe ridurre le prestazioni.

Ripercussioni finanziarie dell'iniziativa popolare

L’introduzione di una 13esima mensilità corrisponde a un aumento della rendita AVS annua dell’8,3 per cento. Il costo di questo aumento ammonterebbe nel primo anno presumibilmente a circa 4,1 miliardi di franchi, di cui circa 800 milioni a carico della Confederazione. Le spese supplementari continuerebbero a crescere rapidamente e cinque anni dopo l’introduzione della 13esima mensilità ammonterebbero a circa 5 miliardi di franchi all’anno.

Documenti delle commissioni pubblici

Affidabilità delle prospettive finanziarie

Sfide demografiche

Domande e risposte

Comunicati stampa

22.01.2024

Il Consiglio federale raccomanda di respingere l’iniziativa popolare per una tredicesima mensilità AVS

Il 3 marzo 2024 il Popolo sarà chiamato a esprimersi sull’iniziativa popolare «Vivere meglio la pensione (Iniziativa per una 13esima mensilità AVS)», che chiede di aumentare la rendita dell’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS) di una rendita mensile, in altre parole di aggiungervi una «tredicesima». Il Consiglio federale raccomanda di respingere l’iniziativa a causa delle spese supplementari che comporterebbe, stimate ad almeno 4,1 miliardi di franchi all’anno.

25.05.2022

Il Consiglio federale respinge l’iniziativa popolare per una tredicesima mensilità AVS

Il Consiglio federale si dichiara contrario all’iniziativa popolare federale «Vivere meglio la pensione (Iniziativa per una 13esima mensilità AVS)». In occasione della sua seduta del 25 maggio 2022 ha adottato e trasmesso al Parlamento il relativo messaggio. L’Esecutivo ritiene che non vi sia alcun margine di manovra finanziario per il versamento di una tredicesima rendita di vecchiaia dell’AVS. Inoltre, i beneficiari di una rendita d’invalidità o per superstiti sarebbero penalizzati rispetto ai pensionati. Il Consiglio federale punta sulle riforme della previdenza per la vecchiaia in corso, tese a mantenere il livello delle prestazioni dell’AVS e della previdenza professionale obbligatoria e a garantire l’equilibrio finanziario del 1° e del 2° pilastro.

24.11.2021

Il Consiglio federale respinge l’iniziativa popolare per una tredicesima mensilità AVS

Nella sua seduta del 24 novembre 2021 il Consiglio federale ha deciso di raccomandare al Parlamento di respingere l’iniziativa popolare «Vivere meglio la pensione (Iniziativa per una 13esima mensilità AVS)». Il finanziamento dei costi supplementari generati da una tredicesima mensilità AVS non è garantito. Inoltre, i beneficiari di una rendita AI sarebbero svantaggiati. Il Consiglio federale intende dare la priorità alle riforme in corso nell’ambito della previdenza per la vecchiaia, volte a mantenere il livello delle prestazioni dell’AVS e della previdenza professionale obbligatoria e a garantire l’equilibrio finanziario del 1° e del 2° pilastro.

Ultima modifica 27.02.2024

Inizio pagina

erlaeuterungen_20240303_it

Spiegazioni del Consiglio federale

Votazione popolare del 3.3.2024

https://www.bsv.admin.ch/content/bsv/it/home/sozialversicherungen/ahv/reformen-revisionen/13-ahv-rente.html